Nasce l’osservatorio

image
I promotori di ORR

La nascita dell’osservatorio rifiuti riparbella (ORR) arriva con uno dei primi atti portato in approvazione in consiglio dalla nuova maggioranza uscita dalla elezioni amministrative svolte nel giugno 2017.

Il 17 luglio 2017 il consiglio comunale approva il regolamento attuativo dell’ORR e il 24 luglio si tiene la prima riunione coordinata dal Sindaco.

La genesi dell’ORR risale ad un primo incontro con i respsoanbili dell’associazione Rifiuti Zero della Provincia di Livorno, Roberto Repeti e Andrea Romani, che si confrontano con il Sindaco Neri, gli assessori e alcuni cittadini su quale possa essere un metodo per affrontare il tema dell’emergenza rifiuti.

Annunci

Informativa Privacy e contatti

Il blog dell’Osservatorio è gestito dal Comune di Riparbella che non vuole in alcun modo contribuire al dilagante fenomeno dello spamming su Internet.
A tal fine La informiamo che i Suoi dati non verranno in nessun caso diffusi in rete o ceduti a terzi, fatti salvi eventuali obblighi di legge e necessità tecniche legate all’erogazione del servizio.
Il titolare del trattamento è il Comune di Riparbella che se tratterà i dati lo farà solo ed esclusivamente per fini istituzionali . Il trattamento sarà realizzato con l’ausilio di strumenti informatici da parte del Titolare e degli operatori da questo incaricati.
Il trattamento è finalizzato all’erogazione dei servizi richiesti, all’elaborazione di statistiche sull’uso dei servizi stessi sia in formato digitale che cartaceo.
In qualsiasi momento sarà possibile richiedere gratuitamente la verifica, la cancellazione, la modifica dei propri dati, o ricevere l’elenco degli incaricati del trattamento, scrivendo una mail a osservatoriorifiutiriparbella@gmail.com .
Oltre a uniformarci a tutti gli obblighi previsti dal D.lgs. 196/2003, garantiamo la massima attenzione alla protezione dei dati da accessi fraudolenti ed alla cancellazione immediata dalle nostre liste a seguito di una Sua richiesta in tal senso.

mail to:  osservatoriorr@gmail.com

meno rifiuti, più benessere